I MOBILI ANDINI

I nostri mobili raccontano una storia di persone che donando lavoro, tempo e fatica hanno portato del bene in terra sudamericana. Raccontano anche dei poveri che con impegno e dedizione sono riusciti a realizzare mobili di altissima qualità. A seguito la nostra storia.

I poveri

Nel cuore delle Ande peruviane, circondati da stupende montagne, vivono, in piccole comunità i campesinos, gente di poche risorse, dediti al lavoro della terra
I più giovani, attratti dalle comodità della città, abbandonano queste terre in cerca di fortuna che difficilmente troveranno.

Padre Ugo de Censi

Padre Ugo De Censi è un sacerdote cattolico, appartenente alla Congregazione Salesiana. Fedele devoto di San Giovanni Bosco ha come lui, un grande amore per le attività con i giovani.
Nel 1967 fondò in Italia  l’Operazione Mato Grosso, un movimento giovanile nato per aiutare i poveri e nel 1976 arrivò in Perù come parroco di Chacas,  un paesino nelle ande, dove si lasciò commuovere dai bisogni di questa gente.

Il Taller

Il Padre Ugo accolse in casa sua gli orfani e i più poveri per offrire loro un’educazione artistica ed una preparazione al lavoro, aprendo cosi il Taller, una scuola di intaglio e scultura in legno.
Dall’Italia arrivarono maestri esperti per insegnare l’arte del legno e donare a questi giovani una professione onesta.
Visti i risultati ottenuti con questa scuola con il tempo si fondarono altre sedi in diverse zone con diverse specialità lavorative.

Artesanos Don Bosco

Una volta finito il taller, per evitare che i ragazzi emigrino verso la città, si creò la cooperativa “Familias de Artesanos Don Bosco” aiutandoli a lavorare vicino alla loro terra, alla loro gente e ai valori che hanno acquisito nella scuola. Il clima che si respira è propio quello di una “famiglia” ed i mobili realizzati sono frutto della collaborazione di diverse maestrie apprese durante gli anni di Taller.